A metà strada lungo gli assi viarii, antichi e moderni, tra Firenze e Roma si incontra il territorio orvietano.

La città-stato di Urbsvetus raggiunse la più grande estensione, lungo una fascia trasversale che dal Tevere arrivava al mar Tirreno.
Oggi fa parte della Regione Umbria.

Dal caratteristico paesaggio di origine vulcanica, con dirupate formazioni basaltiche e tufacee, si passa alle dolci colline e alle pianure di natura alluvionale, dai calanchi argillosi ai primi avamposti montuosi dell’Appenino.

Un paesaggio interessante e vario, dove la natura é rimasta incontaminata nelle folte distese boschive e dove l’opera dell’uomo é intervenuta con le culture sapienti dei campi, prima fra tutte quella antichissima della vite, per la produzione del famoso vino di Orvieto.